• Piazza Dante Alighieri e altro ...

Piazza Dante Alighieri

Piazza Dante Alighieri
Piazza Dante Alighieri, con il suo naturale prolungamento di piazza Duomo, può considerarsi un “riassunto” della storia di Grosseto.L’esistenza di una “platea communis” (piazza del comune) è ricordata a Grosseto... - Agriturismoverde
2020-11-26T08:00:00+08:00
Piazza Dante Alighieri

Piazza Dante Alighieri

Agriturismo - Dove Dormire

Piazza Dante Alighieri, con il suo naturale prolungamento di piazza Duomo, può considerarsi un “riassunto” della storia di Grosseto.
L’esistenza di una “platea communis” (piazza del comune) è ricordata a Grosseto fin dal 1222; tutta l’area fu tuttavia profondamente ristrutturata in occasione dell’erezione della Cattedrale, a partire dalla fine del XIII secolo. In epoca senese sappiamo che qui erano concentrati tutti gli edifici e le dimore più importanti della città. Trascurata e abbandonata in epoca medicea, fu invece oggetto di particolari attenzioni, come il resto della città, in epoca lorenese, quando venne completamente ripavimentata e l’area centrale delimitata da colonnini uniti da catene, che le diedero il nome popolare alla piazza di Piazza delle Catene (in realtà la denominazione ufficiale era Piazza Grande).
Nel 1833 sull’antico pozzo di epoca senese fu collocato un tempietto di ghisa, poi trasferito ad Arcidosso, dove si trova tuttora, per fare spazio al monumento a Leopoldo II di Lorena, che comportò una nuova risistemazione di tutta l’area. Con l’unità d’Italia fu ribattezzata Piazza Vittorio Emanuele II.
Nel 1870 fu realizzato il palazzo comunale, abbattendo alcuni edifici sul lato settentrionale di piazza Duomo, tra cui la chiesa di S. Giovanni Decollato, mentre nel 1899 venne demolito il palazzo pretorio e al suo posto realizzato il Palazzo della Provincia. In epoca fascista la piazza cambiò ancora una volta nome, venendo intitolata a Ettore Muti, militare, aviere e segretario del PNF. Nel 1937 fu abbattuto anche il Palazzo dei Priori, ampliando lo spazio di fronte alla Cattedrale, che tra il 1947 e il 1950 fu sostituito da Palazzo Alben. Sempre nell’immediato dopoguerra ricevette l’attuale intitolatura a Dante Alighieri e nel 1956 furono eliminati cippi, catene e panchine per lasciare il posto a un ampio parcheggio. Solo nel 2002 fu ripristinato l’antico aspetto ottocentesco che possiamo apprezzare ancora oggi.

#toscana #grosseto #maremma
Questo articolo ti è stato utile?
articolo precedente articolo successivo

Mappa

Agriturismo - Dove Dormire:

Articoli correlati

Iscriviti alla nostra newsletter!

Turismo Verde Grosseto - Agriturismo e Tipicità della maremma Toscana
Via Monte Rosa, 130 - 58100 Grosseto | Tel. +39 0564 452398 (int 7)

Ideazione, realizzazione, gestione e promozione: FABER MEDIA 2022